Sunday, February 25, 2007

Studiando...


Guardo i miei libri, una consistente pila di fascicoli raccolti, mi chiamano dal ripiano sul quale sono stati poggiati disordinatamente, vogliono, pretendono di essere letti. Queste giornate scorrono via cosi', come un qualcosa dalla cosistenza mielosa ma senza ambirne alla dolcezza. Dall'alba al tramonto con un libro in mano che non si accontenta di essere guardato.
Nel silenzio della casa pronuncio parole che non sono mie ma che lo diverranno.
Delle volte i miei pensieri si allontanano in punta di piedi , scivolano via fra un paragrafo all'altro, si nascondono nella punteggiatura conclusiva di un capitolo e poi mi accorgo che con loro sono scivolata anche io e che li ho inseguiti in dei percorsi proibiti dall'attenzione che dovrei prestare. Allora faccio una pausa ma di li a poco un senso acuto di colpa mi dice che non posso permetterlo e allora torno a studiare.

1 comment:

Anny said...

Comprendo la fatica dello studio soprattutto ora che non devo piu farlo. Comprendo il peso di non avere la mente libera, di andare a dormire e svegliarsi con la sensazione di dover fare qualcosa che non terminerà quel giorno e nemmeno il prossimo ancora, ma solo quando ti siederai davanti allo sguardo freddo di un professore.
Perciò ti dico non mollare!!!! Manca Poco!!!
Sono con te! :-)