Sunday, January 21, 2007

Luxe, calme et volupte'.


Straniera in un paese straniero. Per sopravvivere e' necessario muoversi a passi di danza, leggeri come se si camminasse sulle punte. Dopo due anni sento ancora di non appartenere a questo posto e mi mancano le persone e le cose che ho lasciato indietro.
Eppure mi sto abituando ai silenzi, alle meditazioni, alle battute che vorresti fare e che arrivano troppo tardi. Improvvisamente impari a parlare meno e ad ascoltare molto di piu', a soffermarti sui dettagli...su quelle cose che le parole non dicono mai e minuscoli , infinitesiamali gesti rivelano sempre.
Mi si sta cucendo addosso come una seconda pelle questa vita inglese che doveva essere solo un' esperienza. Ora vedo con i miei occhi divenuti piu' grandi cose che assolutamente ignoravo.
Nigel, la gattina dagli occhi verde smeraldo sembrava percepire la vibrazione dei miei pensieri oggi, e si e' fatta accarezzare da me e da me soltanto...con quel sorniorne parlare che solo due individui muti sanno comunicarsi.

1 comment:

Anny said...

E' vero il silenzio a volte ti disturba altre volte invece è l'unico compagno che vorresti avere accanto..
Anny