Friday, May 23, 2008

Filosofia negativa


C'e` una gran bella differenza fra mentire e dire una mezza verita`. Chi dice una mezza verita` afferma con sicurezza la propia opinione perche` non c'e` fragilita` nelle sue parole. La crepa e` nel suo tacere parziale e restera` al sicuro fino a quando rimarra` velata. Quello che dice possiede la forza di una convinzione sostenuta da una verita' ma non dalle verita` molteplici. Bisogna essere abili per costruire un discorso senza scadere nella menzogna.
Il bugiardo dice mentendo o tace completamente. Il bugiardo nasconde,omette, non elude. Non possiede la finezza intellettuale di chi dice una mezza verita'. Colui che dice una mezza verita'possiede l'amara consapevolezza che non tutto puo' essere sostenuto apertamente e tuttavia non ama sottrarsi al dovere di un giudizio. Per questo le parole che escono dalla sua bocca sono come una fotografia in negativo, tutto e' in nunce, disegnato nei contorni da sfumature di grigio eppure gia' completo, un equilibrio stabile. Sobrieta' nella forma, acutezza dell'espressione, sincerita` nel modo e diplomazia sono requisiti fondamentali affinche` il discorso non scada nella bugia spicciola. E` un esercizio di stile, saperlo fare appartiene a pochi.
Dire una mezza verita' tuttavia e' una scelta ultima che si impone quando il dado e` stato gia` tratto, quando le carte sono gia' sul tavolo ma non ci si puo' permettere di perdere la mano.
Dire una mezza verita` non e` mai una facile via di fuga che altrimenti non sarebbe diversa da una bugia. Confesso la mia propenzione alle mezze verita` tuttavia non mi sottraggo alla responsabilita' che comporta la mia ammissione.

14 comments:

elDievel said...

ad ogni azione corrisponde una reazione: se proponi mezze verità, forse ti vengono restituite mezze verità...
il rischio è anche quello di abituarcisi e cioé quello di costruirsi un castello di non detti, di taciuti e di sottintesi che si autosostengono come in una tela di ragno...
sì, sarà anche un bell'esercizio di stile, di destrezza e di furbizia, ma la vita, per come la intendo io, è fatta di tante semplicità...

d'accordo, non mentirai... ma non sei neanche sincera perchè scegli di tacere... e sono le scelte quelle che alla fine contano...

tutto con stile, niente per stile...

Artemisia said...

elDievel, onorata della tua presenza. Come ho cercato di spiegare le mezze verita' non sono una via di fuga, la volonta' di sottrarsi a delle spiegazioni, ne tanto meno un voler essere disonesto.Non tutto si puo' dire, e per quanto sarebbe meraviglioso poter dire sempre quello che si vuole,le relazioni sociali che sono molto piu' complesse di quello che si voglia credere, necessitano una diplomazia che non gradisce sempre la piena espressione delle proprie opinioni. Chi usa le mezze verita' come me, e' tanto consapevole di questo, quanto del fatto che esprimersi sia necessario ed importante.La mezza verita` e' un compromesso fra due posizioni confligenti.Spero di essere riuscita a illuminare dei punti d'ombra.
p.s. Ti lascio con un quesito: Sono poco sincera se so' di sostenere posizioni poco compiacenti quando tenermele per me sarebbe molto piu' conveniente e semplice? Non credo la semplicita' sia sempre una buona risposta a quesiti complessi.

L'Assassino said...

La seconda metà di questo commento è vera. La prima metà invece è sicuramente falsa.

Arthur said...

Vorrà dire che ti crescerà il naso.

Ciao

elDievel said...

Artemisia, onorato della tua risposta. Il punto non credo sia fare a gara su chi sia più sincero (o più semplice), se quello che mente, quello che tiene per se o quello che dice mezze verità... il punto credo sia il fatto che tu proponga questa linea come una sorta di stadio finale, e ti cito:
"Dire una mezza verita' tuttavia e' una scelta ultima che si impone quando il dado e` stato gia` tratto"
ma durante il post si avverte il vanto che tu ne fai della capacità di sapersi svicolare con stile, omettendo senza mentire... cosa che più che da stadio finale, sembra più da consuetudine...

dire mezze verità comunque mistifica la realtà tanto quanto mentire, se vuoi è solo più elegante... ma in questi casi, l'elegaza è poi solo un esercizio di stile fine a se stesso... se vuoi sarà più conveniente e semplice tenere per se, ma non è meno sicero del dire mezze verità... perché tenere per se, in fondo, è omettere...

ps: togli la moderazione dei commenti che è fastidiosa... e visto che ci sei anche i commenti in pop-up... :P

Artemisia said...

@ l'Assassino: Vedo che hai colto a pieno il senso del discorso...Bravo! mi piacciono le persone sveglie! Grazie di essere passato.
A presto.

@Arthur: il triste destino di una bugiarda patologica ;-).
ti bacio.

pioggiadaprile said...

...comunque noi donne siamo sempre sincere perchè non diciamo bugie inutili...

Artemisia said...

@Pioggiadaprile: Questo e' verissimo, almeno per me...non direi mai una mezza verita' se non ci fosse una motivazione piu' che valida che ne giustifichi la necessiata`.

Cangaceiro said...

Perchè mentire è considerarto un comportamento sbagliato, quando dire la verità significherebbe far soffrire un'altra persona?
Esistono realtà e pensieri che non devono essere conosciuti perchè a causa di queste realtà e pensieri, ci potrebbero essere persone che soffriranno. E allora io mento. Mento coscientemente. E mento anche a me stesso quando forse guardare con l'occhio obiettivo certe cose comporterebbe la presa di coscienza che il mio desiderio è solo un sogno impossibile da realizzare. E allora io mento.
Meglio fingere di potere che esser certi del contrario.

Artemisia said...

@elDievel: ok, lo confesso, ne faccio un vanto e anche se l'eleganza fosse un esercizio di stile non sarebbe comunque da tutti.

La tua richiesta di eliminare la moderazione e i commenti in finestra pop up e' stata ascoltata, quindi messa a verbale e respinta :-p.
Ti bacio.

LaDà said...

le mezze verità sono un lusso che si può permettere chi riesce a far tacere la propria coscienza.

Artemisia said...

@LaDa`: come non darti ragione...Io credo la mia coscienza sia a posto fino a quando so di aver fatto il meglio per me stessa...lo so' sono un po' ruvida.
P.s. Questo e' il primo commento che mi lasci, sono emozionata dalla tua presenza :-p...grazie

Marco C. said...

un proverbio arabo dice che "una mezza verita' e' una completa bugia"

Artemisia said...

@ marco c. E' per questo che io non sposo le filosofie orientali. Stirner e' il mio maestro.Un bacio