Thursday, September 02, 2010

Senza fine

Le foto vireranno al magenta e in un caldo giallo ocra. La carta si incresperà agli angoli. Piccole crepe si disegneranno sulla superficie patinata dell'immagine, io le guarderò così impreziosite dal tempo che è passato, dal tempo che non torna.

" Senza fine, trascini la nostra vita, senza un attimo di respiro, per sognare, per poter ricordare ciò che abbiamo già vissuto"

Era l'estate del 2010, la mia "ultima estate".
Il profumo della montagna, le foglie sotto le scarpe. I rovi delle more e l'ortica. Il paesaggio ondulato che prosegue all'infinito nel riflesso piatto del lago.

Il mio profumo sulle lenzuola ed il suo su di me.

" Non hai ieri non hai domani, tutto è ormai nelle tue mani"

Quel cielo immenso che avrebbe potuto inghiottirci se solo non ci fossimo aggrappati alla moltitudine di stelle che nessuna luce della città affievolisce. Il primo freddo, quello che presagisce un inverno aspro.

"Non mi importa della luna, non mi importa delle stelle, tu per me sei luna e stelle, tu per me sei sole e cielo"

Poi quella sera, seduti con gli altri, mentre il fuoco ardeva la legna sul braciere, le corde vibranti delle chitarre.

Combattuta e vinta dalla possibilità di rimanere ancora un pò. Desiderare per un attimo di non voler ripartire. Pensare di avere tutto quello di cui hai bisogno. Non desiderare altro.

" Tu per me sei tutto quanto, tutto quanto voglio avere"

4 comments:

Gio said...

Non posso entrare nei tuoi pensieri, non ne conosco l'origine, e non vorrei comunque violare la tua intimità.

Certo che mi viene da pensare che una persona capace di esprimersi così possa intimorire chi vi si trova vicino davvero.

Mi sembra d'aver incautamente carezzato quell'ortica.

Artemisia said...

@Gio: io sono da sempre intellettualmente per pochi e sentimentalmente per uno. In questa pochezza, in questo deserto di presenze quei pochi possiedono una capacità fuori dall'ordinario, sono speciali così come si conviene alla mia persona.
Per gli altri non vi è posto.
Grazie per essere passato, gradita presenza la tua.

LaDà said...

nell'attimo in cui credi di poter restare capisci gia che dovrai partire.
siamo fatte cosi, quasi orgogliosamente attaccate alla nostra scelta..ti gusti dolce amaro gusto della tua vita...

Gio said...

"io sono da sempre intellettualmente per pochi e sentimentalmente per uno"

Nulla di quanto letto in questi mesi qui significa, in modo chiarissimo, qualcosa di diverso da quanto qui esprimi in modo esplicito.