Sunday, October 12, 2008

Avrebbe dovuto essere l'arcobaleno


Avrebbe dovuto essere l'arcobaleno con i suoi sette colori: il rosso scarlatto, l'arancio caldo, il giallo brillante,il verde viridian, l'azzurro profondo, le sfumature di indaco e il violetto intenso ma è arrivata la tempesta che ha sepolto lo spettro di luce in coltri pesanti di nuvole scure. Niente refrazione, niente dispersione di luce contro le pareti di quelle gocce d'acqua sottili come fili di seta. Troppo pesante questa inaspettata pioggia, questo diluvio dell'anima. Ero partita per restare solo un pò, prendere aria, quell'aria fresca e buona che precede una pioggia estiva, quell'aria che sa di terra. Ma le cose sono andate per le lunghe e sono rimasta legata in fili elastici di pensieri, di decisioni ormai irrimediabili, di considerazioni inequivocabili. Londra dovrà aspettare ancora un pò, e questo soggiorno romano diventa meno gradito.Tutte le persone che pensavo rendessero questo un posto speciale sono inutili e vuote , sono superficiali difronte alle mie fragilità.Non provo tristezza ma solo rabbia e disprezzo. Nel frattempo è stato il giorno del mio compleanno. Credo di essere stata felice. Un giorno forse. Però dopo ho continuato a pensare e a vedere le cose come illuminate dalla luce verdastra di una lampada alogena. Passo lunghe notti sprofondata in pensieri inaccessibili a chiunque e non credo di aver mai sperimentato tanta solitudine. Ci sono dei posti dove siamo irraggiungibili, a volte anche da noi stessi. Vorrei solo silenzio. Mio Capitano mi dispiace averti dissertato.

3 comments:

LaDà said...

la vicinanza è qualcosa di mentale, più che fisica.
e la solitudine cresce, quando non si possono condividere i propri pensieri perchè questo limite ti rende complice solo in parte con qualcuno. e proprio il limitare gli accessi che ti spinge ad essere isola.
non sai mai se costruire ponti perchè aprirli rende vulnerabili animelle in cerca di supporto, e aprire certi varchi comprende giudizi che non si sa mai se si vuole o no affrontare.
cerchiamo tutti la luce del sole e il silenzio dei pensieri...e inevitabilmente spesso ci si rende conto che la si trova sempre in qualcuno fuori da noi..

ti abbraccio..

Ambrosia said...
This comment has been removed by the author.
smoky man said...

ciao artemisia,
ti porto una info. Forse saprai già, cmq...
http://www.eternartemisia.org/
Non solo fumetto... dal grande Palumbo.
Fine spot!

Ehi, le tue parole... le tue parole... sono senza parole io. Cmq, le cose non vanno mai come vorremmo.
Occorrerebbe solo guardare con occhi diversi. Forse.

smoKiss